Rimaflow | Città dei Mestieri - Condivisione di spazi | Trezzano sul Naviglio (MI)

NEWS/EVENTI

Per tante e tanti l’emergenza non è finita./Comunicato Stampa

30 maggio 2020

Di Cassa Nazionale di Solidarietà

Arrivati alla fase due, una rete di associazioni e organizzazioni sindacali impegnate in prima linea durante la fase 1 dell’emergenza, mettono insieme le forze per dare una risposta congiunta a un problema molto diffuso: la difficoltà economica di chi non percepisce un reddito e si trova escluso da tutti gli ammortizzatori sociali predisposti, sia prima che durante l’emergenza. L’ultimo decreto sfornato dal Governo allarga le maglie di chi potrà ottenere qualche benefit, ma non c’è un passo deciso e inequivocabile verso un vero reddito universale e nemmeno una nuova idea di welfare che risponda ai bisogni sociali sul territorio.
Stagisti e interinali, lavoratori in ritenuta d’acconto spesso nel mondo dello spettacolo e della cultura, sex workers, lavoratrici domestiche, persone senza fissa dimora o senza documenti in regola, lavoratori e lavoratrici in nero, ancora una volta non sono stati considerati.
Insieme abbiamo deciso di costituire una CASSA NAZIONALE DI SOLIDARIETÀ’ basata sul principio del mutuo soccorso per iniziare a garantire un sostegno diretto a chi ne ha più bisogno.
Ci rivolgiamo a tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori che ancora percepiscono un salario, a pensionate/i, a chiunque si senta in grado di contribuire di versare a una cassa nazionale di solidarietà una quota solidale del proprio salario dei mesi di marzo e aprile (o con un contributo volontario anche nei mesi successivi). In questo modo si parteciperà al finanziamento della cassa. Le reti e le soggettività che promuovono questa iniziativa decideranno insieme le procedure tecniche di funzionamento della cassa di mutuo soccorso, seguendo un criterio di equa ridistribuzione dei fondi raccolti tra soggetti in stato di bisogno che si rivolgono alle sedi delle realtà aderenti.
Verrà costituito un comitato di garanti formato da tutte le realtà partecipanti e contribuenti che verificherà la trasparenza ed efficacia di tutte le procedure e darà conto pubblicamente del bilancio sociale ed economico della stessa.
Questa iniziativa ha anche la funzione di rivendicare di fronte alle istituzioni la necessità di un intervento pubblico, di chiedere conto a chi si sta occupando dell’emergenza del perché non ci sia preoccupazione per questi settori sociali invisibili. Un percorso che abbia dunque anche l’obiettivo di ottenere un’estensione delle tutele e degli investimenti economici per la dignità di tutte e tutti e per la salvaguardia dei beni comuni, come la sanità pubblica.

PER DONARE:

Ragione sociale: Fuorimercato
Iban: IT79D 0838633 910000000470387
Bic/Swift: ICRAITRREQ0* [*zero]
Causale: CASSA NAZIONALE DI SOLIDARIETÀ

 

 

Società Operaia di Mutuo Soccorso
Cooperativa Sociale di Comunità a r.l.

Via Verri 17 - 20090 Trezzano sul Naviglio (Mi)

C.F./P.IVA 10719840968

Tel. 02 91637966
Cell. 373 7652107
Mail: info@rimaflowcittadeimestieri.it

RiMaflow