Rimaflow | Città dei Mestieri - Condivisione di spazi | Trezzano sul Naviglio (MI)

Dicono di Noi

17 Luglio 2020 – IL GIORNALE DEI NAVIGLI

Nuova nata in casa RiMaflow: la vodka Kollontai antisessista

La vendita servirà a finanziare progetti per donne e persone che subiscono discriminazioni di genere

Dall’Amaro Partigiano alla Vodka Antisessista. Un altro liquore con un significato da diffondere è nato in casa Rimaflow. Il primo era un digestivo dal sapore intenso e ricco di storia: realizzato in collaborazione con gli Archivi della Resistenza a Massa Carrara, ripercorre attraverso le erbe che trovavano nei loro percorsi, i tragitti dei partigiani. La vodka è invece un triplo distillato di alta qualità, prodotto in sinergia del Comitato Kollontai, formato da esponenti del movimento femminista e lgbtiq. Perché proprio una vodka antisessista? “L’autoproduzione Fuorimercato pone l’accento sulla strumentalizzazione della violenza subita dalle donne e al contempo per far emergere le forme di autodeterminazione – spiegano –. L’alcol è spesso utilizzato per giustificare la violenza sulle donne o per colpevolizzarle per ciò che hanno subito. Assistiamo a vicende mediatiche e giudiziarie fortemente sessiste e denigratorie, volte a minare la credibilità delle vittime di violenza, facendosi portatrici di una verità completamente ribaltata che risponde alla logica del “se l’è cercata”. La violenza non è responsabilità di chi beve o dell’alcol, ma di chi la compie”…

LEGGI L’ARTICOLO…

17 Luglio 2020 – IL GIORNO – Francesca Grillo

RiMaflow, dall’amaro partigiano alla vodka antisessista

Un nuovo liquore “socialmente impegnato” prodotto alla RiMaflow, la fabbrica autogestita di Trezzano

Dopo l’Amaro Partigiano, realizzato con erbe selezionate dai sentieri percorsi dai partigiani durante la Resistenza, nasce in casa Rimaflow la “Vodka antisessista Kollontai”, un triplo distillato intenso, di qualità, che non è solo buono ma pone anche l’attenzione su temi importanti. La fabbrica recuperata di Trezzano, un tempo leader nel settore delle componenti d’auto e da oltre dieci anni “cittadella dei mestieri”, dove gli ex operai hanno riorganizzato gli spazi dopo la chiusura, ha iniziato quattro anni fa la produzione di un amaro, con la collaborazione degli Archivi della Resistenza, a Massa Carrara, che da anni lavora per ricostruire le pagine della Liberazione. Selezionando le erbe che i partigiani trovavano sui loro sentieri, la fabbrica ha realizzato il particolare liquore. …

LEGGI L’ARTICOLO…

02 Giugno 2020 – IL GIORNO – Francesca Grillo

Trezzano: alla RiMaflow orto ecosostenibile e produzione di mascherine anti-Covid

L’iniziativa nella sede dell’azienda autogestita

Il cambio della sede avvenuto lo scorso anno, dalla storica di via Boccaccio a quella di via Verri, ha dato una nuova spinta agli operai della fabbrica recuperata per mettere in campo progetti e iniziative. Sempre tenendo conto dello spirito e degli obiettivi di Ri-Maflow: solidarietà, autoproduzione, dignità e lavoro. Tra i nuovi progetti c’è quello di un orto ecosostenibile: un appezzamento di terra dove coltivare frutta, verdura ed erbe aromatiche. Servirà a produrre in maniera autonoma e controllata i cibi che finiranno sulla tavola degli operai …

LEGGI L’ARTICOLO…

03 Aprile 2020 – CORRIERE DELLA SERA/LA PRESSE

Alla RiMaflow di Trezzano, dove una cooperativa di operai e ex disoccupati produce mascherine per il territorio

Non si trovano, cerchiamo di rispondere a una necessità”. I lavoratori prendono solo contributi spontanei – LaPresse /CorriereTv

(LaPresse) Alla RiMaflow sono abituati a rinascere dalle ceneri. In questa fabbrica Fenice nata nel 2007 grazie ad una cooperativa di dipendenti Maflow licenziati in seguito alla prima crisi del secolo, oggi che il mondo si trova a combattere la seconda e più letale crisi internazionale si converte di nuovo, producendo mascherine. A Trezzano sul Naviglio, appena fuori Milano, gli operai sono una comunità di artigiani, lavoratori e disoccupati che si sono rimboccati le maniche per combattere il Covid-19. “Stiamo rispondendo ad una necessità del territorio, le mascherine non si trovano. Noi le produciamo per chi ne ha bisogno” …

LEGGI L’ARTICOLO…

Ringraziamo Lorenzo Zacchetti per l’articolo seguente, che mostra grande attenzione per la nostra storia e per il lavoro che stiamo cercando di creare con la produzione delle mascherine.
Come Lorenzo ha saputo cogliere, siamo rinati tante volte da situazioni difficili. Infatti la trasparenza e la correttezza delle nostre comunicazioni rispetto a un insuccesso congiunturale non vanno intese come una resa di fronte a un ostacolo. Non sarà il diniego di un prototipo di mascherina a fermare la nostra voglia di portare avanti questo progetto di lavoro solidale.

03 Aprile 2020 – TPI- Lorenzo Zacchetti

RiMaflow si reinventa con le mascherine, ma la Regione Lombardia boccia il primo prototipo

In attesa del responso sul secondo, la fabbrica rigenerata dai lavoratori a Trezzano sul Naviglio (MI) è in cerca di Tessuto Non Tessuto con tecnologia meltblown per i successivi esemplari.

Tra le tante aziende e realtà artigianali che hanno saputo convertire la propria produzione per fare fronte al bisogno di mascherine di protezione dal Coronavirus, non poteva certo mancare Rimaflow, che ha proprio nella resilienza il suo elemento fondativo. La sua esperienza nasce dalle ceneri della Maflow di Trezzano sul Naviglio (Milano), azienda chiusa definitivamente nel dicembre 2012, dopo una fase di licenziamenti e scontri sindacali…

LEGGI L’ARTICOLO…

01 Aprile 2020 – Il Giorno

Coronavirus, RiMaflow si lancia nella produzione di mascherine

La fabbrica, recuperata da una cooperativa di dipendenti licenziati a seguito della prima crisi del secolo, si mette al lavoro. Esemplari al Politecnico per analisi di qualità.

La Repubblica Milano – 14 ottobre 2019 – Zita Dazzi

Spazi per gli artigiani e ristorante la nuova vita degli operai RiMaflow

La prima assemblea pubblica nei 10mila metri quadri della sede di Trezzano sul Naviglio conquistata dopo un alunga trattativa con l’aiuto di Caritas e del gruppo Bastogi. “Sarà un incubatore di solidarietà”…

22 Ottobre 2018 – Inaugurazione della “casetta rossa” alla Casa di reclusione di Bollate

Una traccia di libertà

​Una “traccia di libertà” è un progetto del Politecnico di Milano e Amministrazione penitenziaria con la collaborazione del Gruppo della trasgressione. RiMaflow vi ha partecipato con le sue competenze e i suoi artigiani costruendo una struttura di incontro per i detenuti e le loro famiglie. Docenti, studenti, detenuti e lavoratori/trici insieme per costruire spazi di libertà e dignità, e per contribuire a trasformare la pena in occasione di rinascita dell’umano…

All’indirizzo che segue https://farbdastucarcere.wordpress.com/ trovate , immagini e testimonianze del progetto tra cui il servizio della RAI e l’articolo del Corriere della sera.

Altre info su

https://www.civicum.info/tracce-di-liberta-civicum-e-il-politecnico-di-milano-per-il-carcere-di-bollate/

6 luglio 2018 – storie di ECONOMIA CIRCOLARE – di Erica Balduzzi

Reddito, riuso, riciclo: RiMaflow, fabbrica recuperata in nome dell’ecologia

Dal riciclo al chilometro zero, la risposta degli ex lavoratori dello stabilimento per creare reddito e riconvertire la fabbrica in chiave ecologica e mutualistica…

4 aprile 2018 – la Repubblica – di Sonia Ricci

Dal caporalato alla libertà: storie di ribellione e riscatto nelle campagne italiane

Da Rosarno alle Langhe, ecco le cooperative che ridanno dignità agli sfruttati e distribuiscono prodotti gastronomici di qualità: dalle salse di pomodoro ai formaggi dalle marmellate al miele, alla raccolta di agrumi e olive.

…A differenza delle altre organizzazioni Rimaflow il cibo, oltre a produrlo, lo distribuisce. È una ex fabbrica di Trezzano sul Naviglio, comune dell’hinterland milanese, dove fino al 2012 si producevano tubi per condizionatori di auto e camion. Dopo la delocalizzazione dello stabilimento…

https://www.repubblica.it/sapori/2018/04/04/news/dal_caporalato_alla_liberta_storia_cooperative_agricole_che_si_sono_ribellate-192930777/

4 Marzo 2018 – Il Giorno – di Francesca Grillo

FabLab, ecco l’atelier della buona scuola

Al Copernico grazie a genitori e aziende è nato il laboratorio creativo digitale: due aule dove gli alunni della primaria potranno imparare elettronica e robotica. I lavoratori della rinata fabbrica RiMaflow hanno contribuito con i PC.

…“Grazie a RiMaflow, a BuonMercato e a LapisBlue e GBDue e alle Monelle Party per l’allestimento”, hanno detto i genitori durante l’inaugurazione. I lavoratori della fabbrica recuperata di Trezzano RiMaflow hanno infatti messo a disposizione i pc “che permetteranno ai piccoli di apprendere i primi passi di informatica – dicono i dipendenti – Per noi è stata un’esperienza bellissima e siamo orgogliosi di dimostrare che il nostro impegno, oltre a creare opportunità di lavoro nella nostra fabbrica, che era destinata all’abbandono, è una risorsa per il territorio”…

VEDI ANCHE:

https://www.comitatogenitoricopernico.it/iniziative/inaugurazione-nuovo-fablab/?hili-te=%27fab%27%2C%27lab%27
https://pocketnews.it/corsico/item/1135-donato-un-laboratorio-di-robotica-alla-scuola-copernico

1 Marzo 2018 – Commonfare

Gli artigiani di RiMaflow per i bambini di Soprasotto

“Quello che ti salva la vita sono le persone” dice Sumiti, e in questa frase si condensa il significato di questa breve storia che unisce i percorsi di Soprasotto e di Ri-Maflow, due “buone pratiche” di Milano…

13 Marzo 2017 – Il Fatto Quotidiano – di Salvatore Cannavò

L’Amaro della Resistenza che salva i posti di lavoro

Il brindisi è previsto per il 25 aprile. Festa della Liberazione e della Resistenza, rigorosamente con la R maiuscola. Ma anche debutto dell’Amaro Partigiano, un progetto “sociale di autoproduzione e di creazione di lavoro etico”. Una co-produzione tra una fabbrica recuperata e un museo della Resistenza, tra un progetto che mira alla produzione “Fuorimercato” e…

Febbraio 2017- AGENDA DI MILANO ricerche e pratiche per una città inclusiva.
A cura di David Bidussa ed Emanuele Polizi.

Il caso RiMaflow: la fabbrica recuperata

Il caso RiMaflow rappresenta un movimento importante e globale che meriterebbe unarticolo ad hoc, il fenomeno delle fabbriche recuperate dai lavoratori, empresas recuperadas o workers buy out, è un processo attraverso il quale gli operai diventano…

Si parla di noi da pag. 28 all’interno di: “INNOVAZIONE SOCIALE E RICONVERSIONI INDUSTRIALI” Ricerca curata da Marika Arena, Giovanni Azzone, Irene Bengo, Mario Calderini

https://mediagallery.comune.milano.it/cdm/objects/changeme:75426/datastreams/dataStream8963644284286346/content?pgpath=ist_it_contentlibrary/sa_sitecontent/sfoglia_news/notizie_primo_piano/Tutte_notizie/lavoro_sviluppo_ricerca/lavoro_innovazione_inclusione_sociale

27 novembre 2015 – Il Giornale dei Navigli – Martina Di Soccio

RiMaflow dona 30 pc ricondizionati alle scuole

L’iniziativa nata in collaborazione con l’associazione genitori Noi con Voi Mercoledì 18 novembre scorso la calorosa accoglienza delle scuole per i membri della cooperativa…

..In quest’ottica si inserisce la convenzione che Ri-Maflow ha stipulato con alcune scuole trezzanesi per la fornitura e assistenza gratuita di attrezzature informatiche. L’idea, partita dall’associazione genitori “Noi con Voi” dell’istituto comprensivo Franceschi, è stata calorosamente accolta dal dirigente V. Ciocca e in meno di un mese sono stati già donati 30 computer recuperati, suddivisi equamente tra la scuola Lelio Basso, Boschetto e Turati. Mercoledì 18 novembre i tecnici della cooperativa, Michele Morini e Ivan Besana, sono andati personalmente a mettere in funzione i computer donati alla scuola Lelio Basso (Giacosa) e sono stati accolti dagli alunni e dalla coordinatrice scolastica L. Zanisi. Il contatto con i bambini, che in segno di riconoscimento hanno donato dei loro disegni, è stato emozionante, segno tangibile dell’utilità del lavoro che la fabbrica sta portando avanti.
È un motivo di orgoglio, ci raccontano, poter dare un apporto concreto alla comunità, cosa che valorizza ulteriormente gli sforzi fatti per mantenere aperto un luogo, destinato altrimenti al degrado…

https://trezzano-sul-naviglio.netweek.it/notizie/cronaca/brtrezzano-sul-naviglio-liniziativa-nata-in-collaborazione-con-lassociazione-genitori-noi-con-voi-brri-maflow-dona-4116569.html?utm_campaign=GSA&utm_me-%20dium=iNsearch&utm_source=MTC-carpenedolo

VEDI ANCHE:

https://genitorinoiconvoi.weebly.com/eventi.html

Unisciti alla nostra comunità
scopri come richiedere

Spazio lavoro

Laboratorio attrezzato

Lavori e Servizi

Società Operaia di Mutuo Soccorso
Cooperativa Sociale di Comunità a r.l.

Via Verri 17 - 20090 Trezzano sul Naviglio (Mi)

C.F./P.IVA 10719840968

Tel. 02 91637966
Cell. 373 7652107
Mail: info@rimaflowcittadeimestieri.it

RiMaflow