Rimaflow | Città dei Mestieri - Condivisione di spazi | Trezzano sul Naviglio (MI)

NEWS/EVENTI

Comunicato sulla “produzione” di mascherine relative al primo prototipo

Trezzano sul Naviglio 2 Aprile 2020

Vista l’attenzione che ha suscitato la nostra iniziativa di lavoro solidale, segnaliamo, con nostro grande rammarico che ieri sera la Regione Lombardia, pur ringraziandoci per il nostro impegno, ci ha comunicato che il primo prototipo di mascherina facciale ad uso civile testato dal Politecnico di Milano è risultato inidoneo.  Purtroppo il materiale da noi lavorato, che in un primo momento sembrava avere le giuste caratteristiche è risultato carente di alcuni requisiti alla prova microscopica delle fibre. DI CONSEGUENZA, PER LA SICUREZZA DI TUTTI/E, FIN QUANDO NON CI PERVERRANNO I RISULTATI DEL SECONDO PROTOTIPO, NON DISTRIBUIREMO QUELLE POCHE CENTINAIA DI MASCHERINE CHE AVEVAMO REALIZZATO PER METTERE A PUNTO LA PRIMA FASE ORGANIZZATIVA DELLA PRODUZIONE. Una autorizzazione di cui, comunque, avevamo già parlato nel nostro primo comunicato del 31 marzo.

Quindi quando comprate una mascherina consigliamo di verificare l’autorizzazione anche se prodotte in deroga alle normative vigenti. Infatti le circolari ministeriali, data l’emergenza e la carenza di dispositivi di protezione, prevedono la produzione di mascherine ad uso civile sulla base di determinate autocertificazioni da parte di chi le produce e dell’assunzione di responsabilità a non arrecare danno, senza passare dagli esami di laboratorio e relative autorizzazioni degli enti preposti, come invece abbiamo fatto noi. Non a caso circolano tante mascherine non idonee dal punto di vista sanitario.

La notizia ricevuta, è inutile dirlo, ci ha creato un certo disagio e dispiacere, non solo per l’impegno e il lavoro profuso fin’ora, ma anche per le iniziali aspettative che avevamo e che abbiamo creato in chi ci è vicino e ci sostiene. NEL COGLIERE L’OCCASIONE PER RINGRAZIARE TUTTI/E COLORO CHE IN QUESTI GIORNI CI HANNO INVIATO TANTI APPREZZAMENTI E INCORAGGIAMENTI PER QUESTA NOSTRA INIZIATIVA, VOGLIAMO ANCHE DIRE CHE QUESTA PRIMA DIFFICOLTÀ NON CI SCORAGGIA PERCHÉ SIAMO DETERMINATI AD ANDARE AVANTI ANCHE SE I PROBLEMI NON MANCANO.

La problematicità della produzione di mascherine risiede nella scarsa disponibilità, in Italia, di Tessuto Non Tessuto (TNT) prodotto con tecnologia meltblown (da utilizzarsi per lo strato filtrante della mascherina) e quindi vengono proposti materiali similari che se a prima vista sembrano idonei poi invece, alle prove tecniche di laboratori specializzati, possono risultare non adatti come nel caso del nostro primo prototipo.

Tuttavia, pur rimanendo in attesa del responso relativo al secondo prototipo di mascherina, già consegnato al Politecnico, ci stiamo dando da fare per stabilire ulteriori contatti per la ricerca di materiali e aziende che possano essere utili al nostro progetto di lavoro solidale.  ALO SCOPO, VISTO LE DIFFICOLTÀ A REPERIRE MATERIALE MELTBLOWN FACCIAMO APPELLO A SEGNALARCI SOCIETÀ CHE LO PRODUCONO O CHE POSSANO ANCHE IN PARTE DONARLO.

Vi terremo informati degli ulteriori sviluppi.

Comunità dei lavoratori/trici e artigiani/e della Città dei Mestieri di RiMaflow-Fuorimercato

Vedi articoli:
Il GIORNO del 01 aprile 2020
CORRIERE DELLA SERA-VIDEO-LAPRESSE del 03 aprile 2020
TPI del 03 aprile 2020

 

Società Operaia di Mutuo Soccorso
Cooperativa Sociale di Comunità a r.l.

Via Verri 17 - 20090 Trezzano sul Naviglio (Mi)

C.F./P.IVA 10719840968

Tel. 02 91637966
Cell. 373 7652107
Mail: info@rimaflowcittadeimestieri.it

RiMaflow